venerdì 20 maggio 2016

Speciale: il mio Salone Internazionale del libro a Torino 2016

Buonasera lettori!
E anche oggi posso dire finalmente riesco a postare. Sono giorni che non funziona internet -.-
Sono giorni che voglio raccontarvi la mia esperienza al Salone Internazionale del Libro a Torino! Per la prima volta, dopo anni e anni che desideravo andarci, sono riuscita finalmente nell’intento! Complice il mio fidanzato, santo subito, che si è proposto di accompagnarmi per realizzare questo sogno!

VENERDì 13 MAGGIO

Siamo partiti con l’auto da Bergamo verso le 13 di venerdì e siamo arrivati in hotel circa alle 16. Dopo aver depositato i bagagli, siamo partiti per andare al Salone in auto. E’ stato un incubo perché le strade di Torino non sono fatte molto bene. Manca completamente la segnaletica orizzontale. C’erano mille incroci “open space” del tipo vai pure nella direzione che desideri dalla corsia che preferisci e in bocca al lupo per non parlare degli automobilisti che facevano quel cavolo che volevano °-° auto parcheggiate in mezzo alla strada con le quattro frecce, parcheggi in doppia fila, auto e motorini che sorpassavano da destra. Sono rimasta senza parole, servirebbe una seconda patente per guidare in questi posti. Neanche a Milano è così, ve lo assicuro perché ci vado spesso.
Dopo il disagio in strada, siamo arrivati alle 17 circa al Lingotto fiere. Abbiamo lasciato l’auto nei parcheggi sotterranei a pagamento e ho trascinato correndo il mio povero ragazzo.
Una volta dentro ero così agitata che il mio ragazzo per stare al mio passo doveva praticamente correre XD
In foto, andando con ordine, ecco lo stand della Newton Compton dove ho incontrato Lucrezia Scali! Poi il bellissimo stand della Multiplayer, colorato e pieno di gadget! E infine lo stand della Gainsworth.
Grazie all’applicazione dedicata al SalTo e alla cartina, ho fatto un giro in tutti gli stand delle case editrici che mi interessavano. Da alcuni stand sono rimasta un po’ delusa perché in poche parole erano dei negozi, molto commerciali.
Ho apprezzato molto di più gli stand delle piccole case editrici, così ben curati, colorati, con autori presenti e volenterosi di farsi conoscere, di parlare del proprio libro con passione!
E non parliamo della folla di appassionati che invadeva il salone. Migliaia di lettori che sfogliavano libri, li accarezzavano e leggevano la prima pagina. Il paradiso!

Il primo acquisto che ho fatto è allo stand della Fazi, dove ho preso La chimera di Praga e La città di sabbia di Laini Taylor. Mi è piaciuto da morire lo stand della Multiplayer edizioni, la foto parla da sé! Guardate che meraviglia (foto qui sotto)! Altro stand molto bello è quello della Minimun fax dove ho comprato L’inconfondibile tristezza della torta al limone di Aimee Bender.
Non poteva mancare la visita allo stand della Gainsworth dove ho incontrato Julia Sienna e Ester Trasforini! Ho comprato La principessa sbagliata con dedica e segnalibro e I predatori oscuri, anche questo con dedica e segnalibro! Julia e Ester sono state carinissime *-* ero così agitata che stavo andando via senza pagare ahah XD
Altro stand da cui sono passata è la Mondadori dove ho acquistato Io prima di te di Jojo Moyes. In questo stand con mia grande sorpresa ho incontrato Juliette di Sweety Readers e Jessica di The secret life of a book! Abbiamo fatto due chiacchiere veloci per non abbandonare troppo il mio ragazzo che ormai aveva lo zaino pieno zeppo di libri!
Non è mancata la visita alla Safarà editore dove ho conosciuto l’addetta all’ufficio stampa, Alice, molto cordiale e simpatica! Mi ha lasciato i segnalibri della CE in omaggio.
Infine abbiamo fatto un giretto da Libraccio dove non ho trovato nulla, mentre il mio ragazzo che non legge mai romanzi, ha trovato la sua ispirazione con Gomorra di Roberto Saviano.
Siamo andati in hotel poi a fare la doccia verso le 20.30 e abbiamo mangiato una pizza in un ristorante vicino.
Nella prima foto c'è I Predatori oscuri di Julia Sienna con la dedica e nella seconda foto La principessa sbagliata di Ester Trasforini con dedica. Nella terza foto lo stand della Minimum Fax.

SABATO 14 MAGGIO

Sabato mattina ce la siamo presi con comoda e siamo arrivati al Salone verso le 11.30. Avevo appuntamento con lo staff della DeA, e sono arrivata proprio gli ultimi 5 minuti. Allo stand ho conosciuto finalmente Riccardo addetto ufficio stampa e un sacco di altre blogger che erano lì per lo stesso motivo. La simpaticissima Annie di La tana di una booklover, Le tazzine di Yoko troppo carine, Noemi del blog Emozioni in bianco e nero anche lei accompagnata dal proprio fidanzato, e infine altre due bergamasche Silvy di We found wonderland in Books e Clary di Words of books! E’ stata per me una grandissima emozione incontrare tutte queste blogger *-*


Nella prima foto sono di spalle, a parlare con Annie e Le Belle! Nella seconda foto sono con Annie e nella terza foto sono con le bergamasche Silvy e Clary!
Abbiamo ricevuto tutte quante uno sconto del 30% e ovviamente tutte quante abbiamo comprato un sacco di libri! Su vivace consiglio di Riccardo ho comprato Dimmi tre segreti di Julie Buxbaum e su consiglio delle ragazze Le avventure di Jacques Papier di Michelle Cuevas.

A pranzo io e il mio ragazzo abbiamo mangiato un piatto di pasta dentro al Salone e abbiamo ricominciato a vagare. Verso le 16 allo stand della Newton Compton ho incontrato le ragazze di La bella e il cavaliere *-* e finalmente ho conosciuto di persona Lucrezia Scali, autrice del libro Te lo dico sottovoce. Purtroppo ci ho potuto fare solo due parole y_y
Verso le 17 siamo dovuti partire per tornare a Bergamo visto che il giorno dopo avrei dovuto alzarmi alle 4 di mattina per andare a lavorare in fiera.
Il mio Salone, anche se non è durato 5 giorni e non sono riuscita a partecipare a molti eventi, è stato bellissimo. Ho dato un volto alle blogger che seguo da anni, ho visto tanta, tantissima passione e dedizione per i libri da parte dei visitatori e degli editori e mi sono portata a casa un po’ di questa passione, rinnovandola e coltivandola perché forse nel tempo ne avevo persa un pezzetto. Ho visto centinaia di libri meravigliosi e autori e ovviamente ho acquistato decine di libri. Nei prossimi giorni sul blog ci sarà l’appuntamento speciale di Books Mania con lo shopping del Salone! *-*

10 commenti:

  1. Peccato non averti incontrata, io l'evento della DeA me lo sono perso, troppe cose da vedere e il tempo è passato in un lampo. L’inconfondibile tristezza della torta al limone mi è piaciuto ma è stranissimo, quel finale lo devo ancora capire bene :P Anche a me è piaciuto molto lo stand della Multiplayer, mi sono fatta anche la foto da Queen of the Tearling :) Allo stand della Safarà ho preso Panic. Concordo molte ce avevano dei negozi impersonali, ho apprezzato di più quelli con le persone appassionate con cui parlare e chiedere consigli. Al libraccio non ho trovato nulla, troppa gente. Brava che converti il ragazzo al mondo dei libri ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo andassi! Guarda io all'evento della DeA ho partecipato gli ultimi 5 minuti XD
      Esatto, alcuni stand sembravano dei veri e propri negozi mentre quelli delle piccole CE erano bellissimi! E al Libraccio sono riuscita ad andare solo venerdì perché sabato era un delirio °-°

      Elimina
  2. Io non ci sono potuta andare T^T

    RispondiElimina
  3. E' stato un piacere conoscerti Leda! <3

    RispondiElimina
  4. sabato c'ero anche io, mi dispiace non esserci incontrate! Davvero molta gente

    RispondiElimina
  5. Che peccato alla fine non sono riuscita ad incontrarti quando ho visto le altre già non c'eri più...sarà per la prossima volta :-)

    RispondiElimina
  6. Che peccato me lo sono perso anche quest'anno...l'hanno prossimo voglio assolutamente andare. Dal tuo racconto sembra spettacolare! *O* Sarebbe bello poter girare ed essere circondata da libri e da persone che mi capiscono..per non parlare poi dell'opportunità di incontrare le colleghe blogger e gli autori! *-*

    RispondiElimina
  7. Che bello tesoro *o* rileggere la tua esperienza passo per passo è stato un piacere *-* io ne ho incontrate parecchie di blogger negli ultimi anni, ma così dev'essere tutta un'altra cosa!
    Poi... tutte quelle persone appassionate di libri in un unico posto in Italia non si trovano certo tanto spesso Y-Y anzi... mai in pratica :P non vedo l'ora di poterci andare anche io :3

    RispondiElimina
  8. Io purtroppo non ho avuto tempo :( il lavoro non mi ha mollato neanche per cinque secondi, non so come sono riuscita a finire di leggere Dark Heart della Cole hihihi. Spero che prossimo anno riesca a vedere questo benedetto salone del libro :P

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato!

GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©