venerdì 22 novembre 2013

Recensione: The Dark Hunt - I predatori oscuri di Julia Sienna

Buon pomeriggio lettori fantasy!
Come state? Come procedono le letture? Io sto andando un po' a rilento a causa dei numerosi impegni, ma ai libri non rinuncio mai. Da me si gela e ha nevicato (non chiedetemi dove abito ahaha) e la cosa più bella è leggere mentre fuori scendono i fiocchi di neve. Ho appena concluso la lettura di un meraviglioso libro epic fantasy, il primo libro pubblicato da una  nuova Casa Editrice con cui collaboro con mia grande gioia. Prima di iniziare la recensione vorrei ringraziare la Gainsworth che mi ha gentilmente inviato in formato ebook The Dark Hunt dandomi la possibilità di leggere il primo capitolo di una serie che, ne sono sicura, sarà indimenticabile.

Titolo: The Dark Hunt - I predatori oscuri
Autrice: Julia Sienna
Editore: Gainsworth Publishing
Pagine: 608
Prezzo: € 22,50
Data di pubblicazione: 5 maggio 2013

TRAMA:
In un mondo futuro, ritornato agli albori della civiltà dopo l'autodistruzione della razza umana, la Magia vive nascosta all'occhio di chi non sa scorgerla, contribuendo in segreto a mutare le sorti delle Nuove Terre. Quando Oron lascia la locanda del Dragorosso per una battuta di caccia insieme al cugino, è convinto di essersi finalmente guadagnato un'occasione per rilassarsi e dimenticare tutti gli strani avvenimenti che, da un paio di giorni, avevano reso così particolare la sua tranquilla vita nella regione di Ford. L'arrivo di un misterioso cavaliere al villaggio e il diffondersi di voci sull'avvistamento di spaventose creature nelle foreste avevano trasformato le sue notti serene in incubi, ma Oron è deciso a lasciarsi tutto alle spalle, almeno per quel caldo pomeriggio di inizio autunno. Mai avrebbe pensato che, da quel giorno, la sua vita sarebbe cambiata per sempre e che da cacciatore si sarebbe trasformato in preda, diventando protagonista di un gioco sanguinario che continua da più di cinquecento anni.
L'AUTRICE:
Julia Sienna nasce nel 1989, nella provincia milanese. Da sempre appassionata lettrice inizia a cimentarsi con la scrittura nell'adolescenza. E' autrice della saga fantasy "The Dark Hunt", di cui "I Predatori Oscuri" è il primo libro. Anche gli altri volumi della trilogia saranno editi sotto il marchio Gainsworth Publishing.


LA MIA RECENSIONE:
Il mondo che conosciamo non esiste più. In un lontano futuro, il pianeta è abitato dagli Immortali, dagli Oscuri e dagli Umani. Gli Immortali sono esseri superiori, buoni e intelligenti in perenne lotta contro gli Oscuri. Solo il Portatore può sconfiggere il male, con l'Arma Perfetta, un Medaglione. Tutti i portatori sono morti uno dopo l'altro, ma è rimasto l'ultimo. On, un ragazzo di 17 anni, un semplice umano, scoprirà di essere coinvolto in questa guerra senza fine. Insieme al cugino Irie dovrà affrontare mille pericoli in un lungo viaggio per trovare il Medaglione e scoprire che forse non è solo un semplice umano...

Ho iniziato a leggere questo libro con tanto entusiasmo vista la trama coinvolgente e la splendida cover del libro. Purtroppo avendo solo il formato ebook, non ho potuto accarezzare con mano le 600 pagine di The Dark Hunt, che da quanto ho potuto vedere per il web è un bel libro grande e spesso. Insomma avrei voluto coccolarmelo e seguire sulla cartina gli spostamenti dei personaggi, girando liberamente le pagine. Come sapete adoro il formato cartaceo, ma questo ebook si è fatto amare nello stesso modo per il suo contenuto. Il libro inizia con un prologo sconvolgente che ci racconta di come la nostra Terra, in un lontano futuro, cambia. La razza umana che conosciamo oggi si estingue, si autodistrugge e il pianeta viene rimodellato da alluvioni e guerre millenarie. La razza umana rinasce e al contrario di quanto si possa pensare, non è tecnologica e avanzata. E' come se ripartisse da capo, con vestiti semplici, armi medievali e medicinali naturali. In tutto questo nuovo mondo troviamo il nostro On, un semplice ragazzo di 17 anni. La sua vita è normalissima e quasi boriosa fino a quando nel suo piccolo paese arriva un misterioso forestiero, un cavaliere che lo fissa in continuazione. Insieme al ventunenne cugino Irie, On passa le giornate andando a zonzo e cacciando animali per mangiarli.
La narrazione è molto lenta, con molte descrizioni dettagliate, ma nonostante il ritmo sia lento, è una scrittura estremamente piacevole, scorrevole e in un certo senso rilassante. 
Dopo che On scopre di essere colui che è destinato ad affrontare il male con l'aiuto del Medaglione, inizia il suo lungo viaggio di ricerca insieme a Irie. Irie è il mio personaggio preferito, nonostante il protagonista sia On. Adoro il suo modo di fare molto pratico, veloce; adoro la sua schiettezza e ironia. A mio parere Irie sarebbe potuto essere il protagonista della storia per il suo carattere spiccato e ben definito. On al contrario del solito prototipo di eroe, è un semplice ragazzo che prova paura dinanzi al pericolo, che ha momenti di sconforto e disperazione. Invece Irie nelle situazioni di pericolo lo difende a costo della vita e il suo primo pensiero è salvarlo. Ci si chiede allora cosa abbia di tanto speciale On. Le sue doti verranno svelate solo dopo la metà del libro e saranno solo all'inizio. The Dark Hunt è infatti il primo libro di una serie, è introduttivo. Molte parti sono descrittive e necessarie per farci conoscere il nuovo mondo. Il libro mi ha completamente catturata e coinvolto nella sua avventura epica che mi ha ricordato un po' Il signore degli anelli in più punti. Non spicca di certo per l'originalità, soprattutto dei nomi. Troviamo un certo Argonor che ricorda inevitabilmente Aragorn, il Signore Oscuro che richiama ovviamente Voldemort di Harry Potter, Ithur che mi ha ricordato invece Eragon. Ma a parte questa somiglianza di suoni, mi ha ricordato il Signore degli Anelli anche per alcuni eventi come ad esempio la partenza di On, Irie e i loro due accompagnatori (=la Compagnia dell'Anello) e una storia d'amore impossibile tra due personaggi.
La cosa mi ha un po' infastidita, ma il libro si è fatto amare comunque in ogni sua parte. Grazie alle descrizioni evocative, mi sembrava di leggere un film, scena dopo scena. E mi sono un po' stupita di ritrovarmi commossa, con qualche lacrimuccia dopo un colpo di scena totalmente inaspettato. La comparsa di un personaggio, del tutto insospettabile, mi ha veramente sorpresa. E' difficile emozionarmi eppure con The Dark Hunt ho sentito il cuore accelerare nei momenti di tensione, ho sentito un enorme vuoto con la scomparsa di un personaggio e sì, mi sono commossa. Grazie al continuo cambio di punto di punto di vista della narrazione, che ho interpretato come una narrazione onnisciente, sono riuscita ad entrare a 360° nella mente dei personaggi per capire tutti i loro pensieri. All'inizio questo tipo di narrazione mi ha un po' spaesata, ma successivamente l'ho apprezzata sempre più. 
Come dico sempre, un fantasy epico non è un fantasy epico se non ha le cartine e il glossario e su questo punto di vista The Dark Hunt non mi ha affatto delusa.
E' un libro che non spicca per l'originalità, ma che si farà ricordare per il suo stile e per le emozioni che mi ha regalato.

Valutazione:


Mi sono accorta solo ora che mi sono dilungata tantissimo a parlarvi di questo libro, forse vi avrò annoiati xD Eppure The Dark Hunt si merita ogni riga di questa recensione. Non vedo l'ora di leggere il seguito! Lettori fantasy, voi che ne pensate? Lo leggerete?

Dreaming Fantasy

27 commenti:

  1. Mh, le trame distopiche non sono esattamente il mio genere, però non si sa mai!
    In più, mi pare che il libro abbia un prezzo ragionevole. Ultimamente vedo tantissimi libri di autori italiani emergenti a più di venti euro per poche pagine ed evito di comprarli, sinceramente. Non per gli autori ma per principio. Non spenderò mai venti euro per un autore che non ho mai letto, che potrebbe deludermi o che so io, spenderò i miei venti euro per un autore affermato e che mi faccia andare sul sicuro.
    Questo libro, invece, essendo di ben 600 pagine, mi pare un buon compromesso col prezzo. E visto il tuo entusiasmo, credo sia difficile venirne delusi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è un epic fantasy ambientato in un lontano futuro :) solo questo elemento può essere considerato distopico a mio parere. Per il prezzo di alcuni libri concordo con te! E' veramente assurdo che alcune CE pubblichino libri con poche pagine a prezzi veramente eccessivi. Ma quello che dico è: già in Italia c'è questo pregiudizio nei confronti degli scrittori italiani di fantasy, perché mettete prezzi così alti? Anzi, dovrebbero abbassare il prezzo (magari anche i costi di produzione? magari una cover meno costosa o rilegature semplici?) così la domanda aumenterebbe! Ahh l'economia e i libri T_T The Dark Hunt non ha un prezzo eccessivo per essere rilegato con 600 pagine e illustrazioni, quindi va più che bene!

      Elimina
  2. Interessante la tua recensione, devo dire che questo libro non mi era mai saltato all'occhio. Ho tante altre letture che devo iniziare ma sicuramente in futuro gli darò una sbirciata :)

    RispondiElimina
  3. Grazie per avermi aggiunta agli affiliati, sto ricambiando con piacere, anche perché volevo farlo da tempo :3
    I prendatori Oscuri sembra un bel libro! Io adoro il genere distopico, uno dei miei preferiti in assoluto! Poi con un pizzico di fantasy..insomma, perfetto!
    Credo che oggi i miei libri in WL avranno un nuovo amichetto :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusy direi che è un epic fantasy con un pizzico di distopico! Se ti piace il genere te lo consiglio *-*

      Elimina
  4. Lo sto leggendo adesso e sono ancora a pag 100 e non mi sembra male! Anche se per adesso è ancora un pò troppo descrittivo per i miei gusti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì l'ho notato anche io e l'ho scritto nella recensione, perché secondo me è un libro introduttivo! Poi nella seconda parte del libro è più scorrevole!

      Elimina
  5. Leda cara, come sai attendevo questa recensione :3
    Insomma, sembra davvero un bel libro! Non lo farò mancare nella mia libreria :3
    Hai scritto tantissime cose, ma non ti preoccupare, leggere recensioni accurate è un piacere :3

    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annie ma grazie! *-* mi fa veramente piacere! Non è da scrivere papiri però quelle righe servivano proprio tutte!
      Un bacione!

      Elimina
  6. Aspettavo questa recensione e te lo avevo detto che sarei passata a leggerla, per fortuna questa sera ho trovato il tempo necessario.
    Bellissima recensione, in alcuni punti avevo paura di trovare spoiler, infatti leggevo con un occhio mezzo chiuso e l'altro anche, ma sei stata bravissima, anche se qui E mi sono un po' stupita di ritrovarmi commossa, con qualche lacrimuccia dopo un colpo di scena totalmente inaspettato. La comparsa di un personaggio, del tutto insospettabile e qui ho sentito il cuore accelerare nei momenti di tensione, ho sentito un enorme vuoto con la scomparsa di un personaggio e sì, mi sono commossa in questi due punti ho pensato: "e cosa succederà" °-°
    Io oggi sono arrivata all'inizio della seconda parte del libro, e ti dò completamente ragione, è molto lento e alcune descrizioni io le ho trovate completamente superflue, mentre altre un po' schematiche, ma tutto questo va in secondo piano grazie alla storia che mi coinvolge... Ho scritto anche l'altro giorno sul mio blog che con questo libro sto provando un legame forte e fisico e questo si rispecchia anche nella lettura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessia grazie! *-* Non sai quanto mi fa piacere il tuo commento! Nelle recensioni che scrivo non metto mai spoiler, penso sia giusto così!
      Ohh a metà libro inizia il bello vedrai *-* Aspetto anche io la tua recensione per confrontare le nostre opinioni!

      Elimina
  7. Mmmmmm la tua recensione devo dire che è convincente! Questo libro però l'ho sempre un po' snobbato perché non sono sicura che sia il mio genere... che dici, me lo consigli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dens sapendo i tuoi gusti, non credo che possa piacerti. Ovviamente è un libro che consiglio a tutti, potresti tentare! Ma non ti assicuro che ti piacerà conoscendo le tue letture!

      Elimina
  8. Wowww, che recensione davvero bellaaa!! lo sai che mi stai convincendo sempre di più :)
    Credo che darò una possibilità per a questo libro!!
    Sono sicura che mi piacerà!
    Se fa emozionare ad ha uno stile di scrittura che si fa ricordare, il fatto dell'originalità passa un pochino in secondo piano!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro grazie! *-*
      Certo come ho scritto nella recensione, non si può parlare di originalità (per chi ha già letto Il signore degli anelli). La narrazione è molto lenta, ma rilassante in un certo senso e piacevole!

      Elimina
  9. La tua recensione mi ha convinto.. credo che leggerò questo libro. La trama è davvero molto avvincente e poi io adoro questo genere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se adori il genere, è consigliatissimo! *-*

      Elimina
  10. Leggere le tue recensioni è sempre un piacere! Riesci a descrivere i pregi e i difetti di un libro con precisione e sensibilità. Si capisce che scrivi con il cuore rendendo tutto molto coinvolgente. Questo libro mi incuriosisce perchè le emozioni sono un bene prezioso a cui attingere e se un libro riesce a trasmettere delle sensazioni, allora merita di essere letto. Ancora complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per tutti i complimenti, non me lo aspettavo! *-*
      Sono felice di riuscire a trasmettere il mio amore per i libri, raccontandovi cosa ho amato in un libro e cosa invece non mi è piaciuto!

      Elimina
  11. Ho visto spesso il libro a zonzo per i blog, solo che la trama non mi ha mai convinto più di tanto, non è molto il mio genere. Però la tua recensione mi ha incuriosita molto! Sono sempre interessata quando si tratta di vedere le sorti del mondo in un futuro causato proprio dall'autodistruzione o il rimodellamento globale, con conseguente rinascita *_* Non so come tu abbia fatto a leggere un ebook così corposo, purtroppo i miei occhi non me lo permetterebbero çç però significa che è veramente un libro che merita! E concordo sul fatto che... il cartaceo è sempre il cartaceo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrei voluto tantissimo il cartaceo per coccolarmelo, come ho scritto nella recensione! Sono una vera appassionata del cartaceo, ma il libro mi è piaciuto comunque per il contenuto, la cosa più importante *-*

      Elimina
  12. Tesoro mio, sono tornata!
    Ho avuto così tanto da fare ultimamente che non sono proprio riuscita a controllare la bacheca di Blogger.
    Sono contenta che questo libro ti sia piaciuto e mi dispiace non fosse cartaceo (sai che anche io amo follemente il cartaceo!).
    Sai che mi hai convinto? Devo leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata tesoro! Immaginavo che avessi da fare! Anche io a volte ho difficoltà a conciliare il blog con altri impegni! Comunque il cartaceo è sempre il cartaceo, verissimo! Sono contenta di averti ispirata *-*

      Elimina
  13. Che recensione stupenda *-* leggendola mi è sembrato di riuscire a entrare nell'atmosfera del libro! È sicuramente un romanzo che voglio leggere e grazie al tuo pensiero so cosa aspettarmi...prima non avevo un'idea molto precisa della storia ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *O* ma grazie mille, mi fa piacere! *-* se lo leggerai, leggerò sicuramente la tua recensione!

      Elimina
  14. Beh, trama non molto originale, sembra quella de La Spada di Shannara...

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato!

GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©