domenica 3 agosto 2014

Recensione: Striges - La promessa immortale di Barbara Baraldi

Buondì lettori e buona domenica! Come state? Qui ovviamente c'è il temporale, perciò sono chiusa in casa. Ne approfitto per pubblicare la recensione di Striges di Barbara Baraldi, un romanzo piacevole ma che purtroppo non mi è piaciuto come avrei voluto.

Titolo: Striges - La promessa immortale
Striges #1
Autore: Barbara Baraldi
Editore: Mondadori
Pagine: 464
Prezzo: € 17,00
Data di pubblicazione: 22 gennaio 2013
TRAMA:
Zoe ha gli occhi gialli come quelli di un animale selvatico. Non ci sarebbe nessun problema se fosse un gatto o una civetta, ma non potendo volare via, un giorno ha dovuto imparare a graffiare. Da allora è Zoe la cattiva e i suoi unici amici sono Chloe, perennemente innamorata del ragazzo sbagliato, e il pianoforte. Solo quando si abbandona alle sue note Zoe riesce a riempire il vuoto che ha dentro e a lenire il dolore per la perdita di sua madre, morta in un misterioso incidente. Il suo cuore è una pietra, e Zoe è convinta che non si innamorerà mai. Fino a quando nella sua vita non irrompe Sebastian, un ragazzo dagli occhi di smeraldo capace di strappare il velo che la protegge dal mondo. Eppure Sam, proprietaria della caffetteria Bloody Mary, la mette in guardia: Sebastian è pericoloso, e lei dovrà rinunciare al suo amore. Zoe è disperata: come può ucciderla l'unica cosa che l'abbia mai fatta sentire viva? La risposta è sepolta in un lontano passato, un tempo buio in cui un Inquisitore arse sul rogo la stessa strega che lo infiammò d'amore...

L'AUTRICE:
Barbara Baraldi è autrice di thriller e narrativa fantastica. I suoi romanzi sono tradotti in nove paesi, tra cui Germania, Inghilterra e Stati Uniti. Tra le sue pubblicazioni, le fiabe noir La collezionista di sogni infranti e La casa di Amelia (PerdisaPop) e il romanzo Lullaby - La ninna nanna della morte (Castelvecchi). Per Mondadori ha scritto La bambola di cristallo, Bambole pericolose e la serie Scarlett, giunta al secondo capitolo, Il bacio del demone. Colleziona bambole gotiche e costruisce amuleti seguendo le fasi della luna. La voce dell'ombra è il secondo episodio di "Striges", la serie che avrebbe voluto scrivere fin dal suo esordio.

STRIGES:
#1 LA PROMESSA IMMORTALE | gennaio 2013
#2 LA VOCE DELL'OMBRA | marzo 2014
#3 INEDITO
LA MIA RECENSIONE:
Zoe ha 17 anni e con i suoi occhi gialli non è mai riuscita a conquistare i suoi compagni di scuola, tranne Chloe, la sua migliore amica di sempre. Zoe vive sola con il padre dopo aver perso la madre, un trauma che ancora non ha superato. Il giorno del suo diciassettesimo compleanno tutto sta per cambiare perché scopre di essere una strega, follemente innamorata della persona sbagliata…

Striges non è il primo libro che leggo di questa autrice. Della Baraldi avevo già letto e apprezzato Scarlett e Scarlett e il bacio del demone. Quando ho visto Striges non ho potuto resistere per la trama che mi ispirava tantissimo e la cover che trovo bellissima. Devo dire che sono rimasta un po’ delusa da questo young adult urban fantasy. Mi aspettavo molto di più, mi aspettavo qualcosa di nuovo. Eppure la lettura era iniziata più che bene, ero entusiasta e curiosa di sapere tutto su Zoe, ma dopo la metà del libro tutta la mia voglia di leggere si è sgonfiata come un palloncino bucato. Ma partiamo con calma.
Il romanzo è ambientato a Milano, in Italia, e trovo assurdo il fatto che la protagonista si chiami Zoe e la sua migliore amica Chloe. Perché questi nomi inglesi inseriti a tutti i costi in una Milano grigia? Non riesco ancora trovare una risposta a questa domanda, davvero non lo so.
Zoe ha gli occhi gialli, è introversa e a volte scontrosa. Per tutti questi motivi ha una sola amica e già da qui vediamo il classico schema ripetersi del genere young adult. Ovviamente la ragazza più bella della sua scuola è anche la più cattiva e farà di tutto per infastidire Zoe. Altra caratteristica young adult. Il giorno del suo compleanno Zoe scopre di essere una strega, anche se prima non si è mai chiesta perché le accadevano delle cose strane. E anche qui, davvero niente di nuovo. Un giorno a scuola arriva un bellissimo ragazzo misterioso, con due occhi stupendi che Zoe ha già visto da qualche parte. Non vi spiegherò altro su questo ragazzo per non fare spoiler, ma anche qui ci sono cose già viste in altri libri (per farvi un esempio, la saga di Fallen della Kate). Alcuni colpi di scena per me purtroppo non sono stati dei colpi di scena perché il tutto si poteva intuire già da prima. La parte che mi ha deluso davvero tantissimo è stato il finale, una vera fiera di banalità e cliché. Questo libro poteva essere davvero bello se l’argomento streghe fosse stato affrontato meglio e se non ci fossero stati tutti questi elementi scontati già visti e rivisiti. Grazie ai capitoli molto brevi e la scrittura semplice, ho divorato il libro in pochi giorni. Sicuramente è una lettura piacevole che piacerà a chi ha letto meno young adult di me. Insomma, io che leggo tanti romanzi di questo genere non mi ha colpita affatto e non mi ha sorpresa come avrei voluto.
Valutazione:

Adesso tocca a voi dirmi cosa ne pensate! Qualcuno di voi l'ha letto? O l'avete ancora sullo scaffale? Vi ispira? Fatemi sapere tutto nei commenti!
Dreaming Fantasy

23 commenti:

  1. Ho letto questo libro l'hanno scorso e purtroppo nemmeno io ne ho un ricordo positivissimo. La storia è scritta molto bene questo non lo metto in dubbio, ma per quanto mi riguarda spesso mi capitava di alzare gli occhi al cielo di fronte alle numerose situazioni un pò banalotte e immaginandi già cosa succedeva dopo ho fatto veramente fatica a trovare la voglia di continuarlo. peccato perchè la trama prometteva bene! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Assolutamente d'accordo! Sopratutto per il finale e la recita scolastica dai. Più scontato di così proprio non poteva andare!

      Elimina
  2. L'ho trovato in scambio appena uscito e letto appena ricevuto. Condivio pienamente la tua opinione, in particolare sul finale, che ho fatto fatica a leggere.
    A parte la cover, non è mi piaciuto molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che il mio parere sia simile al tuo! Almeno non sono l'unica a pensarla così visto che su aNobii avevo letto tante recensioni positive!

      Elimina
  3. Nooo perchè scrivono ancora come dici il solito schema Young adult... sono stufa di questi libri tipo fatti su stampo... non conoscevo il libro ma dopo questa recensione non ho nemmeno la voglio di leggerlo... la trama non mi attira e mi fido.. quindi grazie per avermi evitato un libro nella mia WL XD ciao!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh un vero peccato perché poteva essere un bel libro :/ invece no, abbiamo l'amica del cuore, la ragazza più bella scuola che deve essere odiosa e l'amore impossibile! Cose viste e riviste insomma

      Elimina
  4. Anche qui a Bologna il tempo non è dei migliori, infatti mi sa tanto che sta arrivando il temporale.... Domani sera parto per il mare, mah speriamo bene...
    Peccato che Striges non ti sia piaciuto molto, ce l'ho da un pezzo nella wishlist perché sono sempre stata curiosa di leggerlo ma se gran parte del libro è tutto un già visto allora non fa per me siccome anche io ne ho già letti parecchi di Young adult...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhhh che bello che parti!! Buon viaggio *-* goditi un po' di mare anche per me!
      Purtroppo Striges mi ha delusa, speravo di trovare qualcosa di nuovo invece niente :/

      Elimina
  5. Ciao Leda ^^
    Io non ho mai letto nulla della Baraldi, e questo romanzo non mi convinceva affatto (sarà che non mi piace leggere di streghe in generale), però è un vero peccato ritrovarsi a fare una lettura piena di banalità e clichè u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah Rosa se leggi pochi Y/A può anche piacerti perché non è male come lettura! Ma se ne hai letti tanti come me allora non troverai nulla di nuovo

      Elimina
  6. Non l'ho ancora letto e in giro ne avevo sentito parlare anche bene, ma credo che dovrò abbassare di molto le mie aspettative, comunque ti farò sapere ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente non perderò la tua recensione! *^*

      Elimina
  7. Uhmmm *si accarezza il mento con fare da pensatore* dalla trama ne ero abbastanza entusiasta, ma devo dire che dopo aver letto la tua recensione tutto il mio entusiasmo è scemato :/
    Sono stanca dei soliti libri tutti uguali e dove tutto è troppo facilmente intuibile :s a questo punto non so se lo leggerò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda l'identità di alcuni personaggi le avevo intuite fin dall'inizio.. Resta una lettura piacevole per chi ha letto pochi Y/A :/

      Elimina
  8. non conosco quest'autrice, ma ho scarlet in libreria da leggere, speriamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scarlett all'epoca mi era piaciuto, se adesso dovessi rileggerlo non so...

      Elimina
  9. Sono tornata, stavolta definitivamente (almeno credo)!
    Peccato non ti sia piaciuto molto, io l'ho adorato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah credo che se avessi letto meno Y/A l'avrei adorato! Sono tutte cose che purtroppo ho già letto e riletto

      Elimina
  10. Heii, ti ho taggata qui: http://annusatoredilibri.blogspot.it/2014/08/tag-per-ogni-lettera-un-libro.html
    Spero tu passa a dare un'occhiata aha *_*

    RispondiElimina
  11. è bello come scrivi le recensioni! Ti seguo e ti aspetto da me.

    RispondiElimina
  12. Ricordo che il libro alla sua uscita lo desiderai tantissimo per la cover! Leggendone le recensioni però non mi sono fatta tentare. La tua recensione ne è la riprova... se ha una trama "prevedibile" e un "niente di nuovo" rispetto ai soliti YA, penso proprio che per ora non mi farò tentare!

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato!

GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©