mercoledì 16 aprile 2014

Recensione: Wings di Aprilynne Pike

Buon pomeriggio lettori! Finalmente oggi riesco a postare la recensioni di un libro molto carino che mi era stato consigliato dall'onnipresente Veronica, nonché mia amica lettrice fidata. Non sapevo bene cosa aspettarmi da questo libro e alla fine mi è piaciuto.

Titolo: Wings
Wings #1 Autore: Aprilynne Pike
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 311
Prezzo: € 18,90
Data di pubblicazione: 1 gennaio 2011
TRAMA:
Laurel ha quindici anni e si è appena trasferita con i genitori in una nuova città. Scuola nuova, nuovi amici. Una prova difficile, per lei che è così timida. Laurel non ne è ancora cosciente, ma è davvero bella: carnagione chiarissima, capelli biondi, grandi occhi verdi. Piccola esile, mangia solo frutta e verdura, ama molto la natura e al pranzo in mensa preferisce i picnic sull'erba e le passeggiate nei boschi. È proprio la sua diversità rispetto alle altre studentesse del liceo ad attirare subito l'attenzione di David, bello, dolce e sensibile che l'aiuta a socializzare nel nuovo ambiente. È evidente a tutti che ha un debole per Laurel, anche se lei sembra considerarlo solo un amico. Finché a Laurel non succede qualcosa di inspiegabile che la terrorizza e David, per confortarla, la bacia. Per svelare il mistero di ciò che le sta accadendo, Laurel sente di dover tornare nella sua vecchia casa, nella cittadina dove ha vissuto per dodici anni. Là, immersa nella quiete del bosco che sempre la rassicurava, fa uno strano incontro: da dietro un albero sbuca un bellissimo ragazzo i cui magnetici occhi color smeraldo esercitano su di lei una sorta di malia tanto irresistibile quanto enigmatica. Tamani, così si presenta, sembra conoscerla da sempre, sa di lei cose che Laurel stessa ignora, e le rivela una verità sconvolgente. Da quel momento Laurel si troverà sospesa tra due mondi e divisa tra due ragazzi ugualmente affascinanti che la attraggono in direzioni opposte. A chi consegnerà il suo cuore?

L'AUTRICE:
Aprilynne Pike è un'appassionata di storie di fate fin da quando era una bambina dotata di grande immaginazione. Laureatasi in scrittura creativa presso il Lewis-Clark State College di Lewiston, in Idaho, vive in Arizona con il marito e i tre figli.

LA SERIE WINGS:
#1 WINGS | 1 gennaio 2011
#2 SPELLS | 21 febbraio 2012
#3 ILLUSIONS | 12 febbraio 2013
#4 DESTINED | 19 febbraio 2013
LA MIA RECENSIONE:

Ho preso questo libro quasi un anno fa e non mi era mai venuta voglia di iniziarlo. Non ero molto sicura di questo acquisto, anzi a mano a mano che leggevo le recensioni mi convincevo sempre di più di aver comprato un libro banale. Poi qualche giorno fa ho avuto l’ispirazione e ho deciso di leggerlo.
“Banale” non è sicuramente la parola giusta per descrivere questo libro come ho letto nelle varie recensioni. Wings è un libro piacevolissimo e molto carino, semplice e con quel tocco di fanciullezza. Non confondiamo quindi la banalità con la semplicità. Wings racconta la storia di Laurel, una ragazza di 15 anni che insieme all’aiuto dell’amico David, scopre di essere una fata. Ma non si tratta delle solite fate di Avalon che abbiamo letto in tutti libri. Le fate di questo mondo sono come le piante. Non hanno sangue, non hanno il cuore, non respirano ossigeno, non mangiano il cibo che mangiano gli umani. Queste fate sono piante, si nutrono solo di frutta e verdura, respirano anidride carbonica, hanno cellule vegetali. Mi è piaciuto molto il mondo descritto dalla Pike, con questi nuovi elementi. Ho adorato anche il suo modo di “raccontare le cose”, semplice e scorrevole. Laurel dovrà affrontare i peggiori nemici della fate e scoprirà delle cose sconvolgenti sul proprio passato.
Da dove viene? Perché ha sempre vissuto da umana? Mi sono divorata questo libro in pochissime ore e sinceramente non mi accorgevo nemmeno che le pagine scorrevano una dietro l’altra così velocemente. Leggere questo libro è stato un po’ come stare in un mondo fiabesco e luminoso con personaggi molto piacevoli. Le frasi sono molto semplici e i personaggi in realtà non sono molto approfonditi. Diciamo che per ora i personaggi sono molto immaturi e distanti da me, dai miei 22 anni, ma possono risultare molto piacevoli per i più giovani. Si vede già la nascita di un triangolo amoroso a fine libro e sono proprio curiosa di sapere come andrà a finire. Voglio anche sapere come si evolverà la storia e mi aspetto un seguito migliore, con Laurel più ragazza e meno bambina.
Valutazione:

Allora lettori che ne pensate? Ero molto indecisa tra tre stelle e mezza oppure quattro, ma alla fine ho optato per quattro stelline! Sono fiduciosa e di certo non voglio perdermi il seguito! Voi l'avete letto?

Dreaming Fantasy

30 commenti:

  1. Io ho letto tutta la serie, è carina... molto semplice come dici tu. Se non hai aspettative altissime sono convinta che ti piacerà. Dei quattro il secondo rimane il mio preferito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' carisinissima! Infatti io non mi aspettavo chissà che però è stata una lettura piacevole!

      Elimina
  2. Ciao Leda, bravissima spesso si confonde la semplicità con la banalità ma se un romanzo è ben scritto e piacevole direi che cmq era una lettura che valeva la pena ;-)

    RispondiElimina
  3. Io ce l'ho sul reader ormai da anni e non mi sono mai decisa a leggerlo....dopo la tua recensione credo che gli darò una possibilità---soprattutto considerato che la serie è finita e non dovrò aspettare anni per il seguito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosy è una lettura molto piacevole, potresti provare!

      Elimina
  4. queste fate, da come le hai descritte, mi ricordano le ninfe o gli spiriti degli alberi della mitologia greca/romana, ma forse è solo una mia impressione perché sono un po fissata... :)
    sembra un libro molto carino e "tranquillo", magari gli darò una possibilità quando avrò smaltito i libri in arretrato... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto carino in effetti! le fate-piante mi sono piaciute tantissimo **

      Elimina
  5. Anche io ho letto questo libro in questo periodo! Devo ammettere che concordo con la tua recensione: la parte migliore è sicuramente l'invenzione di queste "nuove" fate-piante... ma per me la mancanza di caratterizzazione di personaggi è una pecca troppo grossa per potermi convicere ad andare avanti con la storia. Tamani e Laurel soprattutto mi sembrano così scontati che proprio mi sono riusciti antipatici!
    Come te però penso che far leggere questo libro a una ragazzina delle medie potrebbe essere un buon modo per farlo apprezzare come merita, perchè la sua serenità e leggerezza sono due qualità innegabili di questo romanzo! (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me i più giovani adoreranno questo libro! comunque per me è stata una lettura piacevole!
      Tamani e Laurel sono semplici ma mi sono piaciuti!

      Elimina
  6. Sono sempre stata indecisa se iniziare questa serie o no visto che non ho letto recensioni sempre ottime. La tua recensione mi piace però non mi hai convinto al 100% sarà che per l'età nemmeno io mi ci rispecchio ;). Aspetto le tue prossime recensioni!
    Leda, te lo già detto che adoro questa grafica? ;p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha va bene! speriamo che il seguito migliori ma dubito xD tutta la saga sarà così, carina e piacevole

      Elimina
  7. ciao leda io ho letto 2 anni fa questo libro e mi era piaciuto, penso sia scritto in maniera semplice forse un pò adolescenziale però mi è piaciuto, lo ritengo adatto ad una lettura fresca e leggera rispetto magari ad altri libri che ci devi ragionare un pò su ecco.

    Buona giornata <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molto adolescenziale ma carino! ** leggerò anche il seguito!
      <3

      Elimina
  8. Ciao Leda, credo di aver letto questo libro un anno fa o forse di più, e anche a me è piaciuto tanto!
    Il seguito è anche molto bello, ma ho letto libri decisamente migliori.

    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ci sono libri migliori, ma resta una lettura piacevole!
      un abbraccio cara! :*

      Elimina
  9. io l'ho letto lo scorso anno :3 mi è piaciuto, ma non troppo! Per carità, è una storia carina..ma credo che sia più adatta per ragazze più giovani (non che noi siamo vecchie, eh u_u).
    Per il momento non credo di continuare la serie, ma se riesco a trovare il secondo volume in biblioteca, sarò bendisposta a leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è carino e più adatto ai giovani! *^* (tipo 14 anni )

      Elimina
  10. Ahahaha ma grazie per la citazione :3 Sono contenta che ti sia piaciuto! Così come con The summoning eeh? u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaa assolutamente si tesoro! ** ti assumo come consulente u_u

      Elimina
    2. Ahahahahah ma graazie! E' un onore per me :3

      Elimina
  11. Concordo con tutto quello ke scrivi :).
    É un romanzo molto carino, semplicissimo, ke si legge in qualche oretta e regala qualche bella emozione :)
    Anch'io, come te, nn ho digerito l'idea ke la protagonista fosse un pò immatura. Ma se proseguirai la saga, vedrai tu stessa come Laurel crescerà parecchio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gresi che bella notizia che mi dai, non vedo l'ora di vedere come cambierà Laurel!

      Elimina
  12. io l'ho conosciuto grazie ad un giveaway (dato che non ne ho mai vinto uno, sono piuttosto scettica all'idea di riuscirci 'sta volta), la trama mi ha colpita e ora ecco che mi spunta la tua recensione.. destino? ahahah
    spero di leggerlo prima o poi:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai spero che tu abbia la possibilità di leggerlo allora! :)

      Elimina
  13. Ho letto l'ultimo della Pike e non mi è dispiaciuto affatto, credo che recupererò anche questa sua serie, sono curiosa! Bella recensione! :)

    RispondiElimina
  14. Penso che attenderò di avere la tua opinione sui seguiti :3
    Questo primo l'avevo letto parecchi anni fa... ricordo che l'avevo trovato abbastanza carino, ma poi non ho letto gli altri e l'ho dato via con uno scambio... però se ti piaceranno anche i seguiti - e se vedrai un miglioramento - ci faccio un pensierino :)

    RispondiElimina
  15. Anche io ho letto solo questo, ma da poco ho fatto una scambio per il secondo, comunque la storia mi era piaciuta, forse un pò troppo per ragazzi, ma ogni tanto si ha bisogno anche di immaturità e leggerezza. La penso proprio come te su questo libro, vedremo i prossimi, sono curiosa della tua opinione

    RispondiElimina
  16. Questo è uno di quei libri che mi ispira un giorno si e l'altro no ahhaah

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato!

GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©