mercoledì 23 settembre 2015

Recensione: Firebird - La caccia di Claudia Gray

Buon pomeriggio lettori!
Oggi giornata piovosa e buia, siamo proprio in autunno. Ieri mattina non riuscendo a dormire, ho finito di leggere Firebird - La caccia di Claudia Gray ricevuto in omaggio dalla casa editrice che ringrazio moltissimo. Purtroppo questo libro non mi ha convinta del tutto.



Firebird - La caccia
di Claudia Gray
Firebird #1
Editore: Harlequin Mondadori ▪ Pagine: 340 ▪ Prezzo: 16,00 €
Data di pubblicazione: 8 settembre 2015
ACQUISTA CARTACEO | EBOOK


TRAMA:

Marguerite Caine è cresciuta respirando intorno a sé le teorie scientifiche più all'avanguardia. I suoi genitori, infatti, sono due famosi scienziati che sono riusciti a realizzare la macchina più stupefacente di tutti i tempi: il Firebird. Si tratta di un congegno che permette di viaggiare in dimensioni parallele, basandosi sulla teoria che esistono infiniti universi, che sono poi quelli delle possibilità. Ciò che non è stato in questo mondo si è certamente realizzato in uno degli altri. Il padre di Marguerite, però, è misteriosamente scomparso. Sembra che a ucciderlo sia stato Paul, uno degli assistenti, che è poi fuggito impunito in un'altra dimensione, portando via con sé tutti i dati relativi al Firebird. Marguerite si lancia alla ricerca del padre e grazie a Theo, uno studente di fisica che l'aiuta nell'impresa, riesce a ingaggiare una caccia all'uomo pluri-dimensionale, tra una Londra del futuro, una Russia ai tempi dello Zar e un mondo sottomarino... Le vite sono mille. Mille le possibilità. Ma il destino è uno soltanto.

L'AUTORE:
Claudia Gray, autrice nella classifica del New York Times, ha raggiunto il successo grazie alla serie Evernight. Prima di dedicarsi alla scrittura a tempo pieno, è stata una DJ, un avvocato, una giornalista e una cameriera di scarso successo. Vive a New Orleans e nel tempo libero ama dialogare con i suoi fans tramite i social network.

FIREBIRD
#1 A THOUSAND PIECES OF YOU, 2014 (La caccia, 2015)
#2 TEN THOUSAND SKIES ABOVE YOU,2015 (Inedito)
#3 INEDITO

LA MIA RECENSIONE:

Ho iniziato a leggere Firebird – La caccia, il primo volume della trilogia di Claudia Gray appena arrivato in Italia, con grandi aspettative. Avevo letto per il romanzo in lingua originale delle recensioni entusiaste. Affascinata dalla cover e dalla storia che parlava del multiverso, mi aspettavo un gran bel libro. La Gray purtroppo, non ha saputo conquistarmi come avrei voluto.

Il Firebird è uno strumento che permette di viaggiare in mondi paralleli. I mondi alternativi sono infiniti e ognuno di essi è ogni alterativa possibile della realtà. Questo oggetto incredibile è stato ideato dai genitori della protagonista, due geni della scienza. Ma subito dopo l’invenzione del firebird, il padre di Marguerite è stato ucciso. Tutti sospettano di Paul, un ragazzo che studiava insieme ai suoi genitori e che spesso si ritrovavano in casa. Paul infatti ruba il firebird e fugge in un mondo alternativo. Volendo vendicare il padre, Marguerite insieme all’amico Theo inseguono Paul nel multiverso, vivendo vite alternative e avventure che li porteranno in Russia, in una Londra alternativa e persino sott’acqua, fino a che scopriranno che la morte del padre nasconde segreti ben più grandi e anche una nuova storia d’amore…

Con la premessa di una storia ambientata in mondi alternativi, ci si può aspettare solo che grandi cose. La Gray però non mi è piaciuta per niente. Non mi è piaciuto come ha descritto i protagonisti, come li approfonditi, come ha raccontato la storia, come l’ha sviluppata. Poteva essere una gran bella storia. Ma ha fatto acqua da tutte le parti.
La protagonista Marguerite adora dipingere, è una sorta di pecora nera quindi nella sua famiglia di scienziati geniali. Non è stata a mio parere abbastanza caratterizzata e approfondita, tanto che oltre al fatto che adora disegnare non saprei dirvi altro. L’amico Theo invece ci viene presentato come il belloccio della situazione, sicuro di sé. Adora flirtare e immancabilmente finisce sempre in qualche guaio. Paul è introverso e passionale. Purtroppo non saprei dirvi di più perché ho potuto scoprire ben poco su di loro, non ho avuto abbastanza tempo e storia per conoscerli. Passiamo ora alla storia in sé: la fiera della scontatezza e delle improbabilità. Innanzitutto ho notato una sorta di errore costante nei personaggi. Cambiano idea come se nulla fosse. Li ho visti un po’ come dei burattini che seguono il filo della storia disegnato dall’autrice. E’ incredibile di come i personaggi della storia si adattino ad ogni situazione come se tutto fosse molto probabile. Ad esempio SPOILER: evidenziate con il mouse per leggere inizialmente Marguerite giura di provare un odio così grande per l’assassino di suo padre. Poi quando vede l’assassino di suo padre negli occhi che confessa di essere innocente, lei le crede. Così, con poco, senza neanche l’ombra del dubbio. Tutto ciò accade anche in altre situazioni.

Ho notato anche piccoli dettagli del multiverso che non quadrano. Il finale poi era abbastanza scontato e coinvolge un nemico assolutamente sconosciuto, che spunta dal nulla. Mi è piaciuta molto l’idea del multiverso, le vite probabili, le vite che potrebbero essere. Si passa da una Londra moderna a una Russia antica con ancora gli zar. Mi è piaciuta la storia d’amore che ho trovato anche commuovente, ma non capisco perché l’autrice abbia voluto incastrare a forza il benedetto triangolo amoroso e scommetto che avete anche capito tra chi.

Lo stile non mi ha fatto impazzire anche se è molto scorrevole e semplice. Insomma la Gray non ha saputo conquistarmi e non credo che leggerò altro di suo in futuro.

Valutazione:

A questo punto non so più dirvi se sono io che non mi accontento più di questi romanzi per ragazzi perché ho letto solo pareri entusiasti. Sono abbastanza sconsolata! Voi cosa ne pensate?
Dreaming Fantasy

26 commenti:

  1. Io lo sto ancora leggendo ma per il momento mi trovi d'accordo. I personaggi mi sembrano un po' troppo superficiali e poi la storia vira un pochino sul prevedibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a dio qualcuno la pensa come me! y__y

      Elimina
  2. Penso proprio che non lo leggerò :/ già non ero del tutto convinta, dopo la tua recensione lo sono ancora meno D: mi sa proprio che starò meglio senza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendo i tuoi gusti te lo sconsiglio tesoro :3

      Elimina
  3. Già non mi ispirava tantissimo, ma leggendo il tuo parere ne farò decisamente a meno xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ispirava abbastanza dai, ma è stata una delusione :( non me la sento di sconsigliartelo conoscendo i tuoi gusti però

      Elimina
  4. Mmmm...con la Gray non vado molto d'accordo dai tempi della saga di Evernight, quindi sono titubante, ma la curiosità su questo libro resta. Grazie per la recensione ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì molti mi hanno detto che la saga di Evernight non è stata chissà che

      Elimina
  5. Nonostante i pareri positivi oltreoceano io, stranamente, non ho aspettative altissime per questo libro. Credo che gli darò comunque una possibilità...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ti piaccia! :3 non farti scoraggiare, i gusti sono gusti

      Elimina
  6. Io ho dato solo tre stelline, perchè si, l'ho trovato interessante, la storia delle dimensioni parallele ecc, ma anche per me è stata abbastanza prevedibile. Però tutto sommato non l'ho bocciato completamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che mi è piaciuta la storia dei mondi paralleli ma in generale non mi ha conquistata

      Elimina
  7. Allora io lo sto leggendo in questi giorni e mi stava piacendo soprattutto la parte della Londra futurista...poi siamo scivolati nella Russia degli Zar e questa parte mi sta un pò annoiando, speriamo che la situazione migliori nel corso della lettura! Ma da quello che leggo qui...non mi devo aspettare grandi cose...mannaggia... :( Ciao Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, io spero che ti piaccia nella parte finale, anche se ormai io avevo già capito tutto da un bel pezzo XD

      Elimina
  8. Oh no.....a me è piaciuto, sì in effetti i personaggi potevano essere caratterizzati di più e il triangolo non ci stava proprio, ma la storia in se l'ho trovata davvero carina.
    Con la Gray ho un rapporto di amore e odio. Ho letto la saga Evernight e mentre il primo libro mi era piaciuto un sacco gli altri....decisamente no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il triangolo poteva evitarlo y__y mi ha fatto cadere le braccia!
      Questo è il primo suo libro che leggo e non ho avuto una bella esperienza, non credo le darò altre possibilità

      Elimina
  9. Mmmmh, ho fatto stra-bene a non prenderlo nemmeno in considerazione, allora. Ho letto altri libri della Gray quando ero più giovani (?) e mi sono piaciucchiati, ma nulla più. :/

    Comunque volevo dirti che non sei la sola *pacche di consolazione* è praticamente dall'anno scorso che mi sento anch'io così e pian piano mi sto distaccando sempre di più dagli YA. Continuo a seguire solo le mie serie/autori preferiti tralasciando il resto, e devo dire che le letture che faccio mi piacciono - relativamente - tutte e tanto. Non so se ti piacciono, ma ogni tanto potresti provare qualche classico oppure qualche classico contemporaneo. Oppure provare a leggere qualche fumetto o graphic novel; è una forma d'arte diversa, ma sono sempre storie e non hanno nulla in meno dei libri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Menomale qualcuno che mi capisce! Penso che forse ho bisogno di staccare con il genere, mi piacciono molto i thriller, i gialli e i romance. Mi butterò su quelli per un po' mi sa! E il resto lascerò perdere :/

      Elimina
  10. Mi dispiace che non ti sia piaciuto, io volevo leggerlo perché mi piaceva la trama e gli altri suoi libri mi sono piaciuti molto, ma leggendo la tua opinione penso che non sia tanto soddisfacente. ^-^

    RispondiElimina
  11. Lo sto leggendo ma per il momento non mi ispira molto!!!!

    RispondiElimina
  12. Ma che peccato! :( Purtroppo a volte succede questo! C'è tantissima pubblicità attorno a un libro che ci si aspettano grandi cose; poi lo leggi e ne rimani delusa! Spero solo che sia una cosa tua, nel senso che sei stanca di tutti questi romani e non ti accontenti più, perchè a me invece entusiasma parecchio, anche se non l'ho ancora comprato! :S Appena lo leggerò cmq ti farò sapere, ma spero davvero che non mi deluda come è successo a te >.<

    RispondiElimina
  13. non l'ho ancora letto ma mi ispirava per la trama particolare. Della Gray avevo letto i primi due dell'altra serie e come stile non mi dispiaceva, ti dirò

    RispondiElimina
  14. Complimenti per la recensione, però mi spiace che non si sia rivelato all'altezza delle tue aspettative! :( Io sono ancora molto indecisa: forse lo leggerò o forse no ;)

    RispondiElimina
  15. Io lo sto leggendo e, pure essendo a meta' devo dire che lo sto amando, mi ha preso come pochi libri fanno, non lo so mi da emozioni strane, diverse. E' un libro secondo me davvero bello ed emozionante ma questa e' solo la mia opinione poi, chiaramente per ognuno e' diversa.

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato!

GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©