martedì 21 aprile 2015

Recensione: L'anello dei Faitoren di Emily Croy Barker

Buongiorno lettori! Come state? Oggi è una bellissima giornata qui, cielo blu e sole caldo! E' inevitabile essere di buon umore anche se oggi vi propongo una recensione negativa. Si tratta di L'anello dei Faitoren di Emily Croy Barker, un fantasy che mi è stato proposto da Giunti. Ringrazio moltissimo la casa editrice per avermi inviato una copia in omaggio.

Titolo: L'anello dei Faitoren
Autore: Emily Croy Barker
Editore: Giunti
Pagine: 624
Prezzo: 16,00 €
Data di pubblicazione: 11 febbraio 2015
ACQUISTA CARTACEO | EBOOK

TRAMA:
A Nora le cose stanno andando decisamente per il verso storto: la sua tesi di laurea è nelle sabbie mobili e il suo fidanzato ha appena preso un aereo per comunicarle che la loro storia è finita. Dopo averlo rivisto a un matrimonio in compagnia della sua nuova fiamma, sconsolata Nora si allontana vagando per i boschi quando improvvisamente si imbatte in una lapide con un'iscrizione misteriosa. Poche frasi e Nora si ritrova a sua insaputa nel regno di Faitoren, dove tutto è bellissimo, più brillante, più colorato, più caldo... ma Illissa, la mondana regina che ha preso la ragazza sotto la sua ala, nasconde ben altre intenzioni. E quando Nora se ne accorge, non può far altro che rivolgersi al mago Aruendiel, il saggio detentore delle arti magiche e acerrimo nemico di Illissa... Riuscirà Nora a sciogliere l'incantesimo più potente, quello dell'anello che il figlio di Illissa le ha messo al dito? E a tornare nel mondo reale?

L'AUTRICE:

Emily Croy Barker vive nel New Jersey e si è laureata a Harvard. Dopo un'esperienza di vent'anni nel campo del giornalismo, ha deciso di dedicarsi alla scrittura, esordendo con l'originalissimo fantasy L'anello dei Faitoren, accolto con grande entusiasmo dal pubblico. Oltre all'attività di scrittice, Emily Croy Barker dirige la rivista The American Lawyer.




LA MIA RECENSIONE:
L’anello dei faitoren mi ha incuriosita fin dalla prima volta che ho visto la cover e letto la trama. Questo romanzo sembrava fosse fatto apposta per me: un bel fantasy senza confini, con creature magiche e un’avventura in un mondo sconosciuto. La protagonista Nora, trentenne, sta facendo dottorato all’università ma da parecchi mesi si ritrova bloccata a un punto morto della sua ricerca. Da poco è stata lasciata dal suo fidanzato e anzi viene invitata al suo matrimonio. Un pomeriggio decide di fare una passeggiata e si ritrova a vagare in un bosco mai visto prima. Pensando di essersi persa, si ritrova a vagare in un cimitero molto antico. Nora legge una frase scritta su una tomba e viene improvvisamente catapultata in un nuovo mondo. Viene accolta da Ilissa, una donna apparentemente bellissima e regina dei Faitoren. Grazie alla sua magia rende improvvisamente tutto più bello. Balli, feste sfarzose, vestiti meravigliosi e uomini bellissimi. Nora si ritrova a vivere in tutto questo contro la sua volontà, sottomessa dagli incantesimi, fino ad arrivare a sposare il figlio di Ilissa, Raclin, che all’occhio umano risulta un uomo affascinante, ma altro non è che un Faitoren, cioè una sorta di mezzo drago mostruoso. Nora rimane incinta del mostro e dopo aver rischiato brutalmente la sua vita, viene salvata da Arundiel, un potente mago che abita nei confini vicini. Insieme i due passeranno mille avventure e fanno di tutto per spezzare il sacrilegio dell’anello di matrimonio con Raclin che Nora porta al dito…
L’anello dei Faitoren è un romanzo molto lungo che ho trovato abbastanza pesante e difficile da finire. 700 pagine per un libro che non riesce a coinvolgere e appassionare sono decisamente troppe. Più volte, soprattutto all’inizio, sono stata tentata di abbandonare la lettura. I primi capitoli di questo libro sono un vero e proprio scoglio da superare. E’ tutto così assurdo e senza senso persino per una lettrice di fantasy come me. Mi è sembrato di essere un sogno, in cui tutto era confuso e senza senso. L’autrice ha pensato bene di rendere assurda la storia di Nora in questi primi capitoli perché la protagonista era come assuefatta dagli incantesimi. Ci ritroviamo quindi insieme a lei a dire cose senza senso, a vedere e percepire cose strane. Tutto questo poteva anche essere plausibile, se non fosse per il fatto che questa situazione dura più di 70 pagine in cui ho iniziato a chiedermi se fossi io quella assuefatta dagli incantesimi.
Finalmente dopo questo momento di caos e buio, la storia pare riprendersi. Gli incantesimi vengono spezzati dall’intervento del mago e Nora torna ad essere lucida, così come la storia, giusto? Sbagliato. Tutto diventa sempre più assurdo. E’ un mondo fantasy senza regole, senza confini, in cui è possibile fare tutto con la magia. Pietrificare una persona, ma solo per un certo periodo di tempo, volare, ma solo con determinati mezzi e via dicendo. Quindi è possibile fare tutto, ma con delle regole messe a caso dall’autrice. E’ proprio questo che meno mi è piaciuto. Il fatto che sia un fantasy troppo onirico, ben oltre la comprensione del lettore. Non solo la storia in sé non è riuscita ad appassionarmi ma anche la protagonista. Nora per i suoi trent’anni è ingenua. Non è intelligente, non è sveglia. Non sono un po' troppi 30 anni per una protagonista che si immerge in un mondo avventuroso? Fa cose stupide e spesso mi sono ritrovata a chiedermi "ma perché?!". Altro punto dolente e determinante è lo stile di scrittura che ha praticamente ucciso questo romanzo. Lungo, prolisso, con scene e dialoghi senza alcuno scopo ai fini della storia, che si potevano benissimo tagliare facendo un favore al lettore. Le descrizioni sono molto schematiche e la storia è raccontata in terza persona che ha reso ancora tutto più distante dal lettore. L’autrice si perde via a scrivere di altro con pagine e pagine che ho trovato inutili. 700 pagine sono decisamente troppe e descrizioni così lunghe non tutti gli autori possono permettersi di farle. Insomma, questo romanzo che prometteva una bella storia, viste anche le numerose recensioni positive, si è rivelato molto deludente sotto ogni aspetto. Anche il finale, dopo una lettura estenuante, ha dato il colpo di grazia. Come andrà a finire la storia di Nora? Riuscirà a tornare nel suo mondo? Secondo voi come va a finire? Lascio a voi l’immaginazione.
Credo di essere una delle poche voci fuori dal coro e per questo motivo non voglio scoraggiare i lettori coraggiosi a immergersi in questa storia.

Valutazione:

Allora lettori, adesso tocca a voi dirmi cosa ne pensate di questo romanzo. Vi ispira? Qualcuno l'ha già letto? Cosa ne pensate delle cover?
Dreaming Fantasy

17 commenti:

  1. O___O"
    Ho il libro che mi aspetta, ma adesso non sono tanto sicura di volerlo leggere. Odio i libri con discussioni inutili e da come lo hai descritto sembra proprio non faccia al caso mio ç.ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ambra spero che a te piaccia. A tante blogger è piaciuto, sono io quella contro corrente forse y__y

      Elimina
  2. Non sembra proprio il mio genere e da come ne parli meno male che sono stata alla larga v.v per fortuna cover e trama non mi hanno mai attirata v.v

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro conoscendo i tuoi gusti direi proprio di no :/

      Elimina
  3. L'ho già preso! Speriamo bene! :/

    RispondiElimina
  4. Ci sto impiegando una vita a finirlo, però per quanto riguarda la storia in sé, non mi dispiace. All'inizio a differenza tua sono stata molto curiosa di scoprire gli avvenimenti e vedere cosa stesse effettivamente succedendo a Nora. Ci sono state più e più volte però che le scelte dell'autrice mi sono sembrate un po' strane, spesso contraddittorie tra di loro. Arrivata a metà libro ho dovuto fare una pausa, non succedeva più niente di significativo. Come fino ad ora, sono quasi a fine e mi sembra che il brodo sia stato allungato troppo con la quotidianità D:
    Nonostante tutto penso che la valutazione finale, sarà più altina della tua. Anche se per come hai parlato del finale, mi scoraggia un po' doverne rimanere delusa dopo tutto sto malloppone xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristina ti consola il fatto che io ho impiegato un mese per finirlo? y__y un'agonia senza fine! E guarda di cose ne accadono gran poche, il tutto in una brodaglia di descrizioni e scene inutili t__t mi consola il fatto che anche tu abbia notato questa cosa però!

      Elimina
  5. Quella porcheria di copertina già mi aveva scoraggiato, ahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah oddio XD in effetti, molto meglio l'originale, non ci sono paragoni!

      Elimina
  6. Oooh! mi dispiace che non ti sia piaciuto...credo sia uno di quei libri che si amano o si odiano...io l'ho adorato!

    RispondiElimina
  7. Il titolo originale mi ispira molto più di quello italiano (ok, quello italiano non mi dice proprio niente, mentre quello inglese mi avrebbe spinto a leggerlo per curiosità). Mi spiace che non ti sia piaciuto e, soprattutto, che tu l'abbia trovato pesante, perché se un libro è voluminoso e non scorre diventa una vera tortura.
    Non so ancora se lo leggerò o meno, ma nel frattempo abbasso le aspettative, che male non fa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è stata dura finire la lettura!! 700 pagine se non ti appassionano sono troppe!

      Elimina
  8. Oddio.. dovrebbero mandarmelo, ma ora ho un po' paura :/ In realtà già il fatto che abbia 700 pagine mi spaventa.. i libri lunghi mi fanno sempre paura ahah. Odio le descrizioni troppo lunghe :/ Spero che almeno la storia possa intrigarmi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che a te piaccia, io ho impiegato un mese per finirlo praticamente :/

      Elimina
  9. Che bruttoooooo! Lungo, palloso (si può dire?) e stupido.. bocciatissimo ç___ç

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato!

GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©