martedì 8 luglio 2014

Recensione: La verità sul caso Harry Quebert di Joël Dicker

Buongiorno lettori! Come state? Oggi non sono al lavoro e posso dedicarmi un po' al blog e alle letture! E' da giorni che dovevo postare questa recensione, ma sono riuscita a finirla solo questa mattina che mi sono alzata presto. Oggi vi parlerò di La verità sul caso Harry Quebert di Joël Dicker, un giallo che mi è piaciuto tantissimo e che consiglio a tutti!

Titolo: La verità sul caso Harry Quebert
Autore: Joël Dicker
Editore: Bompiani
Pagine: 779
Prezzo: € 19,50
Data di pubblicazione: 22 magio 2013
TRAMA:
Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d'America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell'oceano. Convinto dell'innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent'anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.

L'AUTORE:
Joël Dicker è nato a Ginevra nel 1985. "La verità sul caso Harry Quebert" è il suo secondo romanzo. Il primo, "Les derniers jours de nos pères", ha ricevuto il Prix des écrivains genevois nel 2010. "La verità sul caso Harry Quebert" ha ottenuto il Grand Prix du roman de l’Académie Française 2012 e il Prix Goncourt des lycéens 2012, ed è in corso di traduzione in oltre 25 Paesi.
LA MIA RECENSIONE:
Marcus Goldaman è un giovane scrittore, che dopo aver ottenuto un enorme successo con il suo primo libro, si ritrova nella classica crisi degli scrittori. Non ha più l’ispirazione e per ritrovare il suo talento, decide di andare a trovare il suo amico Harry Quebert in un piccolo paesino. Harry Quebert è uno scrittore come Marcus e anzi, è stato il suo maestro. Marcus ha imparato da lui tutto ciò che sa e lo considera come un padre. Intanto, in quel paesino, viene ritrovato il cadavere di una ragazza di 15 anni scomparsa nel 1975, Nola. Ma il corpo della ragazza si trova proprio nel giardino di Harry. Marcus non si darà tregua e farà di tutto per portare a galla la verità…
Non so davvero come iniziare questa recensione. Ho provato a scrivere le prime righe un paio di volte, ma mi trovo in difficoltà. Questo libro con le sue quasi 800 pagine, racconta una storia così fitta e ricca, che non saprei come descriverla. Ogni personaggio - e sono tanti fidatevi – ha una storia complessa e piena di segreti che si scopre lentamente, pagina dopo pagina, colpo di scena dopo colpo di scena. E’ incredibile di come questo autore sia riuscito a costruire una storia così complessa, ben fatta, senza punti deboli.
800 pagine di mistero, un omicidio su cui indagare, uno scrittore finito in carcere, un libro da scrivere sul caso irrisolto. Le vite dei personaggi si intrecciano fra loro, si ingarbugliano, si mischiano, si dividono, si incontrano di nuovo nei lontani anni '70. Il lettore si ritrova improvvisamente catapultato nel 1975 a seguire ora per ora i fatti misteriosi di quella famosa giornata in cui Nola è scomparsa. Ma chi era Nola? Quali segreti nascondeva? Il lettore segue anche le indagini, segue ogni pista possibile iniziando a ipotizzare tutti i possibili colpevoli, ma senza mai arrivarci. Chi ha ucciso Nola? La madre violenta o la ragazza gelosa di lei? Il pittore innamorato di lei o Harry Quebert? Dal 1975 gli anni passano improvvisamente, ci ritroviamo di colpo al presente, nel 2008 insieme a Marcus a fare domande a Harry Quebert, al padre di Nola, alle sue amiche, al reverendo. A chiunque avesse un collegamento con lei. Ogni giorno, per due mesi, Marcus scopre un piccolo dettaglio, un piccolo segreto dei personaggi. Ogni giorno si fanno piccoli passi per arrivare al finale, logico, ma come un colpo allo stomaco. Ho trovato questo libro ben scritto, ben strutturato, mai confusionario nonostante i salti nel passato, nonostante i mille raggiri e segreti. Ogni personaggio è ben costruito e analizzato a fondo. Nonostante tutto, ho trovato a volte queste 800 pagine interminabili. La lettura sicuramente è stata più che scorrevole, ma la voglia di leggere il finale e svelare il mistero, a volte mi esasperava perché questo finale sembrava non arrivare mai con i continui colpi di scena e scoperte. E’ un libro che sicuramente rileggerò e sfoglierò di tanto in tanto, per stare ancora con Marcus, la sua passione, la sua ironia e la sua caparbietà. Consiglio a tutti la lettura di La verità sul caso di Harry Quebert, un giallo che non passa inosservato e colpisce.

Valutazione:
Lettori voi cosa ne pensate? Ho sentito parlare benissimo di questo libro e ve lo confermo perché mi è piaciuto tantissimo! Voi l'avete già letto?

Dreaming Fantasy

41 commenti:

  1. Il libro migliore letto quest'anno.. mi è piaciuto tantissimo e non vedo l'ora di scoprire quali attori verranno scelti per il film *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica fanno il film?! *cade dal pero*

      Elimina
    2. Sì, per ora c'è solo il regista Ron Howard *_* http://www.cineblog.it/post/397921/la-verita-sul-caso-harry-quebert-ron-howard-alla-regia-del-film

      Elimina
    3. Ma la Warner Bros è la stessa citata nel libro!! *O*

      Elimina
  2. Ciao Leda! Avevo preso questo libro appena uscito spinta dalla trama che mi ispirava tantissimo, poi complici una serie di recensioni non molto lusinghiere decisi di accantonarlo, preferendogli altre letture, poi la recensione di Lucrezia e la tua entusiasta! ^^ E la mia speranza si riaccende... allora avevo fatto bene a prenderlo ;-)!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riesco ad immaginare recensioni negative per questo bellissimo libro! Non riesco a trovare un difetto, se non la lunghezza! Hai fatto benissimo a prenderlo, secondo me ti piacerà! Armati di pazienza perché con 800 pagine può sembrare lento, ma vedrai che una volta entrata nella storia non lo lasci più!

      Elimina
  3. Ho letto solo pareri positivi su questo libro, ma io e i gialli non andiamo d'accordo: mi sento in trappola, mi viene l'ansia e ho paura di non uscirne...uhm...non so magari ci provo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosy lo scopo del giallo forse è mettere ansia, anzi secondo me è quello di farci impazzire con la domanda: "chi è stato?" a me è piaciuto tanto!

      Elimina
    2. ahahaha lo so uff....ma io odio l'ansia oh!

      Elimina
  4. È lì nella libreria che mi aspetta. ... devo leggerlo quest'estate *_*

    RispondiElimina
  5. Di solito più che i gialli preferisco i thriller, però leggendo la tua recensione devo dire che la curiosità di leggerlo c'è... Mi sa che lo inserisco in WL :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io preferisco i thriller, ma ogni tanto mi capita di leggere qualche giallo davvero bello, come in questo caso!

      Elimina
  6. Ti svelo che, vedendo ormai da qualche giorno che lo avevi in lettura, attendevo la tua recensione con parecchia curiosità. Che dire, prima mi punzecchiava parecchio nonostante il genere non sia tra i miei preferiti.. Ora spero di procurarmelo presto e leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ile secondo me può piacerti. Cioè secondo me questo libro è impossibile che non piaccia! *^*

      Elimina
  7. Di gialli ne ho letti veramente pochi, e forse sarà proprio per questo che ultimamente ho voglia di leggerli, questo romanzo sembra proprio il punto da cui cominciare dato che tutti ne parlano davvero benissimo... Finisce dritto dritto in wishlist!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucy anche io leggo pochi gialli, però questo mi è piaciuto davvero tanto e lo consiglio!

      Elimina
  8. E' da un anno che vorrei leggere questo romanzo, dall'uscita più o meno, ma ovviamente è lo spessore del libro che mi ferma D: la tua recensione (bellissima u.u), però mi invoglia ancora di più! E chissà magari quest'estate lo leggerò v.v

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti tutte quelle pagine sembrano interminabili, ma vedrai che filano via senza accorgertene!

      Elimina
  9. Fa parte dalla mia WL da moltissimo tempo *-*
    La tua recensione mi fa sperare no bene, benissimo :3

    RispondiElimina
  10. Libro che avevo adorato lo scorso anno! Letto in 4 giorni in agosto! Un libro che lascia con il fiato sospeso per tutte le sue tante ma mai esagerate pagine! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani sì avevo sbirciato la tua libreria anobii e avevo visto che ti era piaciuto tanto! wow 4 giorni? io 7, salvo impegni. Mi è piaciuto tanto!

      Elimina
  11. Questo libro è stato il più gettonato dell'estate scorsa, ma io non me lo sono filato per nulla >.<
    Lo leggerò prossimamente, e comunque 800 pagine non mi fanno paura per un thriller/giallo, dopo aver letto la trilogia di Stieg Larsson, che sono tre bei libroni eheh ;D ciauuuu :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosa ma pure io! Sempre snobbato, ma mai avrei creduto fosse così bello!
      Peccato, se mai cambierai idea, leggilo!

      Elimina
  12. L'ho letto anche io l'anno scorso e mi ha rapita!!! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io l'ho sempre snobbato, mi è capitato per caso di ottenerlo con uno scambio!

      Elimina
  13. Non appena ho qualcosina da parte, lo compro subito :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggerò sicuramente la tua recensione! Spero che esca l'edizione economica comunque!

      Elimina
  14. Ne ho sentito parlare molto bene e la mia collega l'ha trovato bellissimo, quindi sono curiosissima di leggerlo!!! ^^ La tua recensione non fa altro che spingermi in questa direzione... vediamo se quest'estate sarò ispirata... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì potresti provare! A me è piaciuto tanto, anche se in genere non leggo molti gialli!

      Elimina
  15. Beh dai a volte le pagine ti sono sembrate troppe, eppure mi è sembrato che il tuo giudizio non ne abbia risentito, giusto? *^*
    Non vedo l'ora di averlo anche io! Poi ora che è uscita l'edizione tascabile mi fa gola un sacco :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì a volte mi sembrava non finesse mai, ma mi ha lasciato qualcosa di bello e speciale <3 un libro che sicuramente rileggerò!
      Ecco mi pareva che fosse uscita l'edizione tascabile!

      Elimina
    2. Ragazze non è neanche tascabile, è uguale a quello che abbiamo Leda ed io, solo che hanno messo il prezzo a 14 euro mi sembra ^^

      Elimina
  16. Non leggo spesso gialli, ma la verità sul caso Harry Quebert mi ha sempre attirato^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti dargli una possibilità allora ^^

      Elimina
  17. Ciao Leda :)

    La tua recensione mi ha incuriosita parecchio perché anch'io, come qualche altro, ho sempre snobbato questo libro.... Non nascondo ke, quando andrò in libreria, se lo trovo in edizione economica, ci penserò su :D Grazie!!! Ciao ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gresi anche io l'ho sempre snobbato, ma è stato una bellissima sorpresa!

      Elimina
  18. Libro davvero fantastico!! Io gli do un 5 pieno, mi è piaciuto moltissimo! Non avrei mai smesso di leggerlo, mi è pure venuto mal di testa!!
    Non scelgo quasi mai i gialli, ma questa volta il consiglio di una carissima amica è stato azzeccatissimo!!
    ..e poi quel Dicker è proprio carino :sbav:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michy sì è bellissimo, anche se a volte mi sembrava di non finirlo mai! Forse perché l'ho letto in un momento in cui ero mooolto impegnata e avevo poco tempo! Comunque è un libro che rileggerò *-*

      Elimina

Grazie per aver commentato!

GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©