domenica 21 luglio 2013

Recensione: Lo specchio delle fate di Jenna Black

Buona domenica cari lettori!
Ho da poco terminato la lettura de Lo specchio delle fate di Jenna Black, o meglio, la seconda lettura perché l'avevo già letto l'anno scorso. Mi sono preparata per leggere il secondo volume della trilogia, visto che non ricordavo granché. Ne approfitto per scrivere la recensione di questo primo capitolo e condividerla con voi.

 Faeriewalker Trilogy

  
                                                                                                         Cover originale





Titolo: Lo specchio delle fate
Autrice: Jenna Black
EditoreNewton Compton
Pagine: 288
Prezzo: € 9,90
Data di Pubblicazione: 12 Aprile 2012

TRAMA:
Dana Hathaway non lo sa ancora, ma sta per cacciarsi davvero nei guai. Quando sua madre si presenta al saggio di fine anno ubriaca, la ragazza capisce di averne abbastanza: è giunto il momento di prendere un volo che dagli Stati Uniti la porterà fino alla lontana Inghilterra. È diretta verso la mitica città di Avalon, l'unico posto sulla terra in cui il mondo umano e quello delle fate entrano in contatto e dove vive il suo misterioso padre. Ad Avalon però, il viaggio comincia ad andare storto e Dana si trova invischiata in un gioco molto pericoloso: qualcuno sta cercando senza dubbio di farle del male. Ma soprattutto, sembra che tutti vogliano qualcosa da lei: sua zia Grace, Ethan, un affascinante ragazzo dotato di straordinari poteri, e Kimber, sua sorella. Ma cosa, esattamente? Persino suo padre pare intenzionato a tenerla all'oscuro di tutto quello che le sta accadendo... Intrappolata tra due mondi, coinvolta in oscure trame di potere, la ragazza non sa più di chi può fidarsi, ma ha capito bene che la sua vita non potrà più tornare quella di una volta.

L'AUTRICE:
Jenna Black è laureata alla Duke University in Antropologia. Vive a Pittsboro, nel North Carolina, dove scrive a tempo pieno romanzi di genere paranormale e urban fantasy. Lo specchio delle fate è il primo capitolo di una trilogia. Il suo sito è jennablack.com





LA MIA RECENSIONE:
Dana è stanca di sua madre, stanca di doverla dividere con una bottiglia di alcol, stanca di dover cambiare scuola e paese decine di volte. Decide di fuggire in Inghilterra per conoscere suo padre ad Avalon, una città sospesa tra due mondi: il mondo delle fate e il mondo degli umani. 
Metà fae e metà umana, Dana ha la capacità di stare in entrambi i mondi, un talento che la metterà in guai seri. Lei è una faeriewalker e pare che tutti vogliano qualcosa da lei: suo padre, la malvagia zia Grace, il bello e sexy Ethan e sua sorella Kimber. Se avesse saputo in che guai si sarebbe messa, di certo Dana sarebbe restata con sua madre e l'alcol, ma ormai la sua vita è cambiata e non può più tornare indietro...

Come vi ho già accennato, questa è la seconda lettura de Lo specchio delle fate.
E sto ancora pensando cosa centri il titolo con il libro. Si parla di fate, è ovvio, ma di specchi neanche l'ombra. A parte questo, la copertina è bellissima e forse è stata proprio il motivo che mi ha spinto a comprarlo l'anno scorso. E' il primo libro che ho letto che tratta di fate e purtroppo per i lettori che non le conoscono, risulta difficile entrare subito nella storia. Ci si ritrova subito davanti il mondo dei fae, la corte Unseelie e Seelie e Avalon, come se tutti sapessimo già di cosa si tratti. Piano piano però, si inizia a capire e il libro intrappola il lettore nelle sue pagine. Scorrevole, mai noioso, sorprendente e incalzante, ricco d'azione, questo primo capitolo ha tutti gli ingredienti per essere un buon inizio. 
Inizialmente la storia - la fuga di Dana in Inghilterra - pare che scorra molto velocemente: la decisione, il viaggio, Avalon... Eppure mi è piaciuto. 
Ho un rapporto di amore/odio con la protagonista Dana. Non è perfetta, spesso mi è sembrata debole e paurosa, a volte poco altruista, caratteristiche che non sopporto. Adoro i personaggi coraggiosi, impavidi, eroi, ma forse per una volta ci vogliono anche protagonisti con difetti. Forse potrei imparare ad amarla di più nei prossimi capitoli. Non posso dire lo stesso di Ethan che si fa amare subito. E' il classico bel ragazzo fae (classico? quanti ragazzi fae conoscete?), con il sorriso sornione e sempre pronto a provarci in tutti i modi con Dana. La sorella di Ethan è stata una vera sorpresa: inizialmente una stronza di prima categoria, si rivela una persona dolcissima e apprensiva. Ancor più di tutti ho amato Finn, il Cavaliere o guardia del corpo, di Dana. 
Il finale non ci lascia di certo con il fiato sospeso, ma con molte domande senza risposta.
Ci sono molte cose ancora da scoprire su Avalon, sui poteri di Dana, su Ethan e Kimber. Cosa vogliono tutti da lei? Perché è così importante?
Non vedo l'ora di leggere il seguito per avere qualche risposta e per tornare ad Avalon.

Valutazione:



LO CONSIGLIO:
A chi ha voglia di leggere una storia molto carina sulle fate ed entrare nel bellissimo e misterioso mondo di Avalon.

Cari lettori fantasy, voi cosa ne pensate?
L'avete già letto? Vi piace?

Dreaming Fantasy


14 commenti:

  1. Mi hai incuriosito davvero!
    Mi hanno sempre attirato le storie che parlano di fate ma, purtroppo, non sono mai riuscita a beccarne una come si deve :(
    Magari questa è la volta buona! :)
    Mel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto carino e mi è piaciuto! :)
      Fammi sapere se lo prenderai *-*
      :*

      Elimina
  2. Mmm a me non aveva entusiasmato così tanto... l'avevo trovato carino, ma niente di eccezionale... infatti ho quasi del tutto rimosso la trama e non me lo ricordo quasi per niente o.o
    L'ho già scambiato e non penso leggerò il secondo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La trama a distanza di un anno me la ero dimenticata quasi del tutto xD infatti l'ho riletto, però mi è piaciuto! Mi aspetto di più dal secondo! *-*

      Elimina
  3. Io devo ancora leggerlo :( quanti libri arretrati!!!!
    bella recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah mi sa che hai più arretrati di me! :p

      Elimina
  4. mmmmmmmm.... non fa per me........

    RispondiElimina
  5. Non sono un asso quando si parla di fate, non mi attirano molto. Figurati che questo è l'unico libro che ho letto che tratta di loro (se si esclude "Sogno di una notte di mezza estate" di Shakespeare) e l'ho trovato molto carino. Dana non mi è dispiaciuta come protagonista e anche io ho adorato Kimber e Finn. Mi è piaciuto molto anche il proposito di Dana di prendere lezioni di autodifesa in modo da potersi difendersi da sola. Brava ragazza, noi donne bisogna imparare a toglierci le castagne dal fuoco da sole!. Unica nota dolente però per me è stato Ethan, non riesco proprio a tollerarlo, troppo sicuro di sé e anche opportunista. Preferisco moltissimo il figlio di Finn (come si chiama che non ricordo?), mi ha incuriosito tanto e secondo me nei seguiti riserverà molte sorprese :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dana io l'ho trovata troppo paurosa ed egoista a volte e Ethan mi piace! *-*
      Me lo immagino con il suo sorriso sornione che ci prova in tutti i modi xD Simpatico!
      Il figlio di Finn si chiama Keane, adoro il suo carattere ma odio il fatto che si metta lo smalto nero ahaha!
      Attualmente sto leggendo il seguito, l'incantesimo delle fate, e a breve ci sarà la recensione! :*

      Elimina
  6. Beh sembra interessante! ci già avevo buttato gli occhi ma pare valerne davvero la pena..Sicuramente sarà meglio della serie omonima un cui c'è un Finn a guardia di una Principessa (riferimenti a Switched puramente casuali u.u")

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si?! Non l'ho letta per fortuna!
      Comunque ho letto il secondo libro, L'incantesimo delle fate, ed è ancora meglio! *-* queste trilogia è tutto un crescendo

      Elimina
  7. Le fate sono le tipiche creature delle quali non si legge mai una storia decente. Dopo "Wings" avevo giurato di non riprovare più a trovare un libro 'fatoso' carino, ma questo m'ispira.
    La cover poii *-*

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato!

GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©